Manifesto del CSV (Centro Servizi Volontariato). Nuovo modo di crescere bimbi
Manifesto del CSV (Centro Servizi Volontariato)

 

Una gioia immensa questa giornata al BambinFestival di Pavia!

 

Si il 21 Maggio scorso ci siamo ritrovati all’A.S.D. Cinquelementi  per condividere sul tema “Un nuovo modo per crescere bambini”.

 

Si si ho scelto questo titolo perché volevo coinvolgere in modo un po’ provocativo i genitori. Missione compiuta!

 

Avevamo predisposto uno spazio intimo per 8 partecipanti e ne sono arrivati 9! =D

 

I partecipanti

 

Ho avuto il piacere di 1 coppia di genitori con il loro bimbo di 5 anni Pietro, una coppia di neo-genitori con le loro 2 bimbe, Maya (di 4 mesi, un pulcino! =D) e Daniél di 3 anni ( con lei c’è stato molto da divertirsi!!) e una mamma con il ragazzo di 8/9 anni Giacomo.

 

Insomma 4 fasi distinte di crescita del bimbo nella stessa stanza e con i genitori… Puoi immaginare l’impegno per tenerli accesi e partecipativi! =D D’altronde volevo proprio un confronto di questo tipo, aperto e eterogeneo.

 

Il programma e il titolo della giornata

 

Setting iniziale con 2 cerchi concentrici. Nuovo modo di crescere bimbi
Setting iniziale con 2 cerchi concentrici

Preparato un cerchio lavorando a terra su tappeti e copertine ho invitato i genitori nel cerchio esterno e i bimbi al centro con grandi fogli bianchi, album da colorare (con mandala e figure de-stressanti 😉 ) e una montagna di pastelli a cera, pennarelli e matite colorate.

 

Una volta fatti accomodare i genitori io mi sono posizionato all’esterno della stanza ad aspettare un’ultima coppia.

 

Al rientro i bambini, senza spiegargli nulla, avevano iniziato chi a disegnare sul foglio bianco, chi a scegliere il suo mandala da colorare, chi a esplorare la montagna di pastelli a cera.

 

Era già un successo! I genitori invece erano increduli e un po’ intimoriti che i bimbi avessero rovinato qualcosa senza il permesso! 🙂

 

Prime creazioni. Nuovo modo di crescere bimbi
Prime creazioni

Accompagno un poco i bimbi nel colorare e mi rivolgo poi ai genitori. Perché ho dato il titolo “Un nuovo modo di crescere bimbi”?

 

Il titolo nasce dall’intuizione che ognuno di noi ha almeno un bambino o una bambina a cui rivolgersi, quello interiore.

 

È proprio da questo dialogo che tu puoi permetterti di ascoltare la tua voce interiore, la tua autenticità e spontaneità creativa.

 

Genitori tenete sveglio, accudite e educate il vostro bimbo interiore! =D È il primo infante a cui dare le tue amorevoli cure per imparare ad essere genitore.

Prima madre e padre di te stesso e poi dei tuoi figli! 😉

 

Due generazioni a confronto

 

Abbiamo parlato della distinzione tra la generazione genitoriale delle “Regole” che riguarda i miei genitori, gli adulti presenti, i nostri nonni ecc…

 

Una generazione che prendeva riferimenti esterni nella società per capire chi fosse un buon genitore: il figlio ha il lavoro fisso e indeterminato, è sposato con figli, frequenta la chiesa, fa la scuola consigliata dalla famiglia o di famiglia, ascolta i genitori ecc…

 

E quella della totale “Libertà” che riguarda la generazione dei giovani di oggi, considerati senza passioni e senza futuro dalla società, senza “midollo” ecc… ( parlando di stereotipi eh) dove:

 

Il figlio fa quello che vuole, la scuola che vuole, fa sport, ottiene quello che vuole senza bisogno di guadagnarselo, non ascolta i genitori ecc.. aprendo appunto il tema “Regole e libertà”.

 

Alcune reazioni inaspettate e un libro che ti consiglio

 

Il tema "Regole e libertà". Nuovo modo di crescere bimbi
Il tema “Regole e libertà”

Questo foglio inizialmente era lindo. A circa mezz’ora dall’inizio la bimba di 3 anni, Daniél, tira fuori un atteggiamento che considero “oppositivo” come è comune per i bimbi della sua età.

 

I bambini nel vederla lamentarsi con il desiderio di allontanarsi dalla stanza si destabilizzano un poco.

 

Intuisco che esprime un bisogno di attenzioni e le propongo di farmi da assistente per i disegni alla lavagna :-).

 

Dopo poco, come per magia Daniél stava nella sinistre della lavagna, lo spazio della libertà, a “scarabocchiare” mentre Pietro si unisce a lei nel lato destro, quello delle regole.

 

Mi vengono i brividi e colgo l’occasione per introdurre Yin e Yang, energia femminile e maschile ai genitori (naturalmente sorpresi). Il tempo scorre e i bimbi non possono stare così concentrati a lungo.

 

Propongo un esercizio tratto dal libro “Risolvere le 5 Ferite” di Mariarosà Fimmanò facendo scegliere quale fare a una mamma. Nella sua scelta si evidenzia un bel bisogno di sostegno e procediamo a farlo (lei aveva il bebè in braccio e l’esercizio era pieno di tipi di abbracci 😉 😀).

 

Ecco il libro qui sotto se vuoi valutare l’acquisto puoi clicca qui e leggere la descrizione, le recensioni oppure acquistarlo comodamente online con il pulsante arancione.

 

Risolvere le Cinque Ferite
Trasformarle in vantaggi per vivere meglio
Voto medio su 34 recensioni: Buono
€ 14.5

 

La ciurma nella foto di gruppo e i saluti

 

Ed ecco che concludo l’intervento, saluto, partono un po’ di foto ricordo che state vedendo ed è giunta l’ora della merenda!

Guardate che bella ciurma! (foto pubblicate su espresso consenso di tutti i genitori presenti)

 

La squadra quasi al completo (Giacomo e mamma ci hanno salutato prima per problemi a casa). Nuovo modo di crescere bimbi
La squadra quasi al completo (Giacomo e mamma ci hanno salutato prima per problemi a casa)

 

Se questa sessione ti ha ispirato commenta qui sotto con Facebook o come vuoi!
Grazie!

PS: ecco alcuni disegni fatti dai bimbi durante la giornata

 

Commenti Facebook
Share

Commenti Facebook

Leave a Reply

Your email address will not be published.