Ciao a tutti,

oggi mi sono deciso a rendere omaggio a un sito che seguo e inserirò nei siti consigliati. Si chiama zenpencils.com.

Fondato recentemente, agli inizi del 2012, l’ho scoperto da qualche mese ed è stata subito una bella rivelazione.

Il ragazzo, Gavin Aung Than (sto spulciando la biografia, non me ne voglia ma non avrei mai ricordato il suo nome e altri dettagli), è un illustratore freelance che vive a Melbourne, Australia, con una grande passione per la fumettistica. Lascia il suo lavoro nel 2011, sempre nell’ambito della grafica, proprio per seguire la sua passione e fondere il disegno con la citazione di poemi e opere famose, frasi profonde e illuminanti o semplici storie con un messaggio utile alla riflessione.

Sono contento di presentarvi il primo corto di animazione che prende una delle sue ultime strisce e la rende assolutamente “leggibile” da chiunque.

Si parla della generazione “Dormiente, Zombie Apocalittica” (mi lascio andare a un pò di slancio creativo anch’io 😀 ) di persone che utilizzano i Social Network come ennesima forma di attaccamento per riempire il vuoto di abbandono che non hanno i mezzi o la volontà per comprendere, ascoltare e trasformare. Finiscono quindi per assuefarsi a una “connessione” che non ha nulla a che fare con il reale collegamento all’essenza che si realizza tramite meditazioni, tecniche energetiche, yoga o la semplice presenza a se stessi.

Li puoi riconoscere perché girano con la testa bassa sul telefono di ultima generazione senza un motivo preciso. In attesa dei mezzi pubblici partono nell’esplorazione senza fine della timeline di turno.

Eh si… parlo di connessione funzionale e disfunzionale perchè l’apprezzamento virtuale, se fine a se stesso, diventa un bisogno secondario che può tenere incollati allo schermo, in attesa di una nuova “dose” di accettazione, comprensione o vezzeggiamento.

“Noi ti vogliamo bene, sei grande, ti accettiamo così come sei…Scrivi, condividi, chatta forza, unisciti a noi… AWrRRRRRhhhhHHHhh…… “;-)

Anch’io ho un profilo su quasi tutti i maggiori social e ritengo che il cellulare moderno sia uno strumento utile che può sostituire navigatore, torcia, pagine gialle, fotocamera e una buona serie di altri oggetti utili. Accetto la possibilità che ognuno scelga cosa è giusto per sé, rispetto le scelte e le persone che le fanno; non condivido la sottomissione ad uno schema che viene dall’esterno senza la consapevolezza di scelta.Per questo promuovo l’apertura ad aprirsi.

Ecco il video:

Fonte: http://zenpencils.com/blog/zen-pencils-animated-video/

Commenti Facebook
Share

Commenti Facebook

Leave a Reply

Your email address will not be published.