Questo è il primo articolo sulle tecniche energetiche che scrivo ed anche il primo in cui spiego un approccio sulla gestione del peso con queste tecniche. Per me segna 2 nuovi inizi

 

Sono emozionato di aprire questo capitolo del libro “Vita” e vi propongo un esempio di uso delle Emotional Freedom Techniques, integrate da varie fonti, per riequilibrare il rapporto e la percezione col vostro peso corporeo.

 

Ho preso spunto dalla tesina inviata all’associazione EFT-Italia di un caso trattato nell’Agosto 2013.

Se volete saperne di più naturalmente sono a disposizione.
Pronti… Via…

 

Gestione del Peso

 

Con eft cambiamo le convinzioni e percezioni riguardo al nostro peso, a come dovremmo approcciarci per cambiarlo, a come  potremmo agire efficacemente senza rinunce.

 

A chi di noi non è capitato di provare a rimettersi in forma con una dieta o l’aumento di esercizio fisico…. E di lasciar perdere prima di vedere dei risultati, o peggio, di averne ma poi tornare in una situazione peggiore di quella di partenza.

 

Ora basta! Proviamoci tirando fuori le risorse di cui naturalmente disponiamo e lasciando andare qualche zavorra dimenticata… che per sua natura ci fa pesare di più…

2 Approcci complementari alla gestione del peso.         

 

1.Ciò che abbiamo o non abbiamo fatto, facciamo o non facciamo

 

Cominciamo a stimolare i punti partendo dal punto karate.  Possiamo domandarci come ci sentiamo ora in rapporto a  quando pesavamo quel “giusto peso”.

 

“Anche se quando pesavo N kg mi sentivo molto meglio….vorrei amarmi e accettarmi almeno un poco così come sono”

 

“Anche se mi sembra che non ci sia un reale motivo per essere aumentato/diminuito di peso…posso provare ad amarmi, accettarmi e ascoltarmi un pochino di più e vedere cosa succede”

 

E

 

“Anche se non sono più riuscito a scendere/aumentare di peso o nel caso succedesse non ci restavo per lungo tempo… so che questo può cambiare e sta già cambiando”

 

Continuiamo andando con dolcezza a una profondità gestibile

 

Mi amo e mi accetto completamente e profondamente, proprio come sono ora”

Iniziamo un giro da testa a dita delle mani e restiamo connessi con ciò che emerge esplorando il problema.

 

Testa, “Nonostante tutto ciò, so che questo può cambiare… e sta già cambiando”,

sopracciglio, “Mentre picchietto, con il mio intento, lascio emergere in maniera equilibrata un motivo importante per cui non ha funzionato”,

 

lato degli occhi, “Mentre stimolo il mio sistema energetico, lascio andare senza dolore e senza rinunce, ciò che mi impedisce di raggiungere il mio peso ideale”

 

sotto gli occhi, “Anche se il peso che porto con me da tempo/ho perso da tempo è li da così tanto/manca da così tanto che mi sembra impossibile essere come allora…attiro a me tutte le giuste circostanze per raggiungere in maniera equilibrata quel peso”

 

sotto il naso, “ Merito quel peso perché nutro bene il mio corpo”

sopra il mento, “Merito quel peso perché faccio il movimento ed esercizio necessario a tenere il mio fisico in salute”

 

clavicole, “Non è colpa mia se ora sono così ma mi apro alla possibilità di prendere la responsabilità di cambiare il mio peso con equilibrio e il giusto ritmo”

sotto ascella, “Da oggi in poi ascolto di più il mio corpo e collaboro con lui al raggiungimento del peso x”

 

Affrontiamo il tema della gestione del peso su più fronti

 

sotto il petto, “Anche se posso  sembrare ‘diverso’ a mangiare certe cose o a fare un certo sport mi amo e mi accetto anche così”

 

dita mani, “Anche se mi sembra tutto così assurdo e impossibile da realizzarsi recupero tutta la mia energia coinvolta nel creare e mantenere questa convinzione”

 

sciogliete sfregando le mani, “Oriento tutta l’energia disponibile alla manifestazione equilibrata del giusto connubio tra cibo sano, attività fisica e mentale…

 

“Armonizzo tutti i miei sistemi  a questa nuova consapevolezza nel gestire il mio peso”

Seguite il flusso e con ogni frase stimolate uno o più punti per il tempo che ritenete necessario.

 

 2. Obiettivo, Aspettativa, Miglioria

 

Usiamo una tecnica di TeatroTerapia insegnatami dall’amica, gran donna, formatrice, sciamano, operatrice EFT e PET, storyteller,  Virna Trivellato.

 

Prendiamo un foglio e dividiamolo in 3 colonne:  peso obiettivo, aspettativa dalla sessione, miglioria che vorresti nel tuo rapporto col peso…Ehi stai già picchiettando vero?!

 

Compiliamolo in maniera veritiera e con la prima risposta che ci viene in mente (farsi troppe storie finirebbe solo per complicare il lavoro e avendo già messo in opera la strategia 1 siamo già ben centrati sul cuore).

 

Fissiamo la colonna che abbiamo compilato con il nostro peso ideale. Mettiamocela davanti e mentre facciamo SET, ascoltiamo quanto crediamo possibile raggiungere quel peso, quanto ci sentiamo di avere ciò che ci serve per “Esserlo”, quanto è forte il desiderio o il bisogno di raggiungerlo.

 

Iniziamo con alcune frasi di preparazione:

 

“Anche se il mio peso ideale è così lontano/vicino e mi sento di avere/non avere ciò che mi serve per arrivarci(costanza, forza, voglia ecc…) so che questo può cambiare, e sta già cambiando.”

 

“Anche se per ora non capisco in fondo cosa mi serve/mi manca per raggiungerlo mi apro alla possibilità di iniziare ad amarmi ed accettarmi così come sono…. almeno un pochino….quanto basta per ascoltare cosa serve a trasformare la situazione attuale”

 

“Anche se ne ho provate già di ogni e questa tecnica potrebbe potarmi al solito vicolo cieco…so che questo può cambiare e sta già cambiando.”

 

“Con il mio intento  trasformo il blocco che esiste nell’essere il mio peso ideale”

 

“Anche se penso che poi tornerò come prima e rimarrò delusa, recupero tutta la mia energia coinvolta nel pensare a questo modo e nel mettermi i bastoni fra le ruote e la riporto a disposizione della forza per cambiare”

 

“Anche se non posso dimagrire/ingrassare così facilmente e velocemente rispettando il mio corpo e anche se ho paura di cambiare così tanto in meglio da deludere, spaventare o ingelosire amici/parenti/fidanzato/mamma/papà, mi amo e mi accetto completamente e profondamente”

 

“Oriento tutta l’energia disponibile alla manifestazione equilibrata delle qualità personali per superare e lasciar andare ogni ostacolo tra me e il mio peso forma”

 

Conclusioni

 

Con questi setup si da un bella sferzata di energia al nostro star bene in rapporto al nostro peso. Possiamo iniziare con questi e poi andare ancor più a fondo con la nostra fantasia.

 

Naturalmente è solo un inizio ma con fantasia,  costanza e perseveranza si raggiungono obiettivi impensabili.

Commenti Facebook
Share

Commenti Facebook

Leave a Reply

Your email address will not be published.